header
venerd́ 23 giugno 2017
Biblioteca Comunale di Somma Vesuviana
Biblioteca Comunale di Somma Vesuviana

Indirizzo:  Piazza Vittorio Emanuele III Palazzo Torino* 

CAP: 80049 

Comune:  Somma Vesuviana 

Provincia:  Napoli 

Telefono:  0818939167 

Email: bibliocomsomma@libero.it 

Codice ICCU:  IT-NA0317 

Responsabile:  Dr. Aurelio Cerciello 

Ente di Appartenenza:  Comune di Somma Vesuviana 

Tipologia Amministrativa comunale 

Patrimonio

Patrimonio Librario : 3000 Volumi consiste in prevalenza tutto il catalogo delle grandi opere della UTET, Storia Locale, Storia di Napoli, Letteratura per ragazzi, dizionari

Servizi: 

– Consultazione e studio in sede – Informazioni bibliografiche – Consulenza, orientamento e tutorato – Tirocinio e stages Internet Il servizio telematico internet, per ora in maniera molto limitata Lunedì - Mercoledì - dalle ore 10.00 alle 12.00 Martedì e Giovedi - dalle ore 17.00 alle 18.00 Il suo utilizzo è dedicato alle ricerche di carattere scientifico e alla consultazione della posta elettronica. Richiesta libri in consultazione La richiesta dei volumi in consultazione termina un’ora prima della chiusura della Biblioteca. Le opere si richiedono compilando gli appositi moduli. Si possono richiedere non più di 2 opere per volta (max 4 volumi). Il Funzionario responsabile assiste gli utenti nella consultazione dei cataloghi e nella ricerca bibliografica, fornisce informazioni e orientamenti circa il materiale posseduto dalla Biblioteca. Inoltre, il lettore può segnalare al personale della biblioteca l’acquisto di libri, previa disponibilità dei fondi e congruità della richiesta. Prestito bibliotecario ed interbibliotecario Gli utenti possono richiedere in prestito sino a 2 opere per un massimo di 4 unità. La sua durata è di 20 giorni, rinnovabili nel caso che l’opera non sia richiesta da altri. Tramite la Biblioteca è possibile richiedere in prestito ad altre biblioteche italiane e straniere testi non posseduti in sede, con spese a carico dell’utente. Sono escluse dal prestito, a norma del D.P.R. 417/95 quelle di consultazione generale (enciclopedie, dizionari, ecc.).

 


Orario di Apertura
 

dal Lunedì al Venerdì : dalle ore 8.30 alle 13.30 e il Martedì e Giovedì: dalle ore 16.30 alle 18.30 Agosto : rimane chiusa al pubblico

 

Comunicazioni 

La biblioteca è stata ed è promotrice di molte iniziative come la diffusione del libro, l’invito alla lettura, la divulgazione delle lingue straniere (come: l’inglese, francese, tedesco, spagnolo), nonché la diffusione dell’informatica. La Biblioteca inoltre, intende valorizzare e salvaguardare le tradizioni culturali esistenti sul territorio, attraverso la promozione di attività multimediali che realizzano servizi innovativi, come raccomandato dal manifesto dell’UNESCO sulle Biblioteche pubbliche.

 

 

Palazzo Torino ricade in quella che già dal 1269 era feudo della nobile famiglia degli Spinelli di Somma. Per il matrimonio avvenuto nel 1303 tra Adelita Spinelli e Berardo Caracciolo la proprietà passò alla famiglia Caracciolo. Nel 1606 fu riacquistata dai Mormile dei principi di Campochiaro con l’annesso giardino. In realtà l’acquisto riguardò una proprietà più estesa, che raggiungeva le mura aragonesi. Su quella proprietà fu fatto erigere il palazzo, anche denominato Carafa a causa delle parentele tra i Mormile e i Carafa. Il 19 agosto 1791 vi fu ospitato il re Ferdinando IV di Borbone durante una battuta di caccia ad allodole. Tra la fine del XIX secolo ed l’inizio del XX è avvenuto il passaggio della proprietà del palazzo alla famiglia Torino.

Oggi è sede centrale del Comune e della Biblioteca Comunale